Commento al Vangelo di Giovedì 2 Aprile 2020

Quanto mi ritrovo in questi Giudei… Quante volte mi capita di essere così distratto da tutto ciò che non è vita, al punto da non vedere la Parola di salvezza nei miei giorni: Gesù. Tutte le volte che distogliamo lo sguardo da Lui, cessano in noi la speranza, l’energia per affrontare la giornata, la forza per assorbire i colpi della vita. Ci sentiamo schiacciati. Non crediamo, come questi Giudei, che oltre la morte non solo fisica ma di quel momento, ci sia ancora vita. Restare nella Sua Parola, come ci diceva il Vangelo di ieri, significa fondamentalmente tenere lo sguardo su Gesù, che ci promette questa vita. Io mi dico cristiano, ma spesso dimostro di non essere tale, di non conoscere realmente quel Dio che dico di conoscere. Meno male che Lui ci ama oltre queste nostre mancanze e non si stanca mai di riprovarci con me. A volte si nasconde ed esce, come nel Vangelo di oggi. Forse affinché torni a cercarLo a mia volta, non lo so. Ma so che il Suo sguardo è sempre su di me, su di te. Ed è questo che salva. Torniamo a cercare il Suo sguardo, soprattutto in questa fase così difficile del nostro cammino.

#IndialogoconTe

Gv 8,51-59

Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno.

+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse ai Giudei: «In verità, in verità io vi dico: “Se uno osserva la mia parola, non vedrà la morte in eterno”». Gli dissero allora i Giudei: «Ora sappiamo che sei indemoniato. Abramo è morto, come anche i profeti, e tu dici: “Se uno osserva la mia parola, non sperimenterà la morte in eterno”. Sei tu più grande del nostro padre Abramo, che è morto? Anche i profeti sono morti. Chi credi di essere?».

Rispose Gesù: «Se io glorificassi me stesso, la mia gloria sarebbe nulla. Chi mi glorifica è il Padre mio, del quale voi dite: “È nostro Dio!”, e non lo conoscete. Io invece lo conosco. Se dicessi che non lo conosco, sarei come voi: un mentitore. Ma io lo conosco e osservo la sua parola. Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno; lo vide e fu pieno di gioia».

Allora i Giudei gli dissero: «Non hai ancora cinquant’anni e hai visto Abramo?». Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico: prima che Abramo fosse, Io Sono».

Allora raccolsero delle pietre per gettarle contro di lui; ma Gesù si nascose e uscì dal tempio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...