Commento al Vangelo di Venerdì 3 Aprile 2020

È difficile ragionare con qualcuno che non fa un solo passo verso di te, che ti dà solamente contro e non ti viene incontro. Questo è avere, come si dice, il “paraocchi”. E quante volte abbiamo i paraocchi nei confronti di Gesù, quando lo vediamo solo nella Sua umanità tagliando fuori la Sua divinità. Un uomo, anche se si tratta dell’Uomo Gesù, può essere per te un bravissimo insegnante ma ciò che ti salva nei tuoi peccati e nelle tue difficoltà è la divinità di Gesù. Noi, esattamente come questi Giudei, a volte non accettiamo che Gesù sia anche Vero Dio. E così non Lo coinvolgiamo in ciò che ci attanaglia. C’è poi un altro aspetto da considerare: se Dio ha scelto di assomigliarci nella nostra umanità, non vale forse la pena di credere alla nostra bellezza, alle nostre potenzialità? Lo dico per tutte quelle volte che ci svalutiamo e/o ci lasciamo scoraggiare dagli eventi della vita. Dio è venuto tra noi sicuramente in primis per salvarci, ma credo anche per mostrarci quanto siamo belli e quanto creda in noi. Allora sta a noi scegliere se essere tra quelli che continuano a portare il paraocchi, oppure tra quelli che, in questo tempo e in questo luogo, credono in Lui.

#IndialogoconTe

Gv 10,31-42

Cercavano di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani.

+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, i Giudei raccolsero delle pietre per lapidare Gesù. Gesù disse loro: «Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre: per quale di esse volete lapidarmi?». Gli risposero i Giudei: «Non ti lapidiamo per un’opera buona, ma per una bestemmia: perché tu, che sei uomo, ti fai Dio».

Disse loro Gesù: «Non è forse scritto nella vostra Legge: “Io ho detto: voi siete dèi”? Ora, se essa ha chiamato dèi coloro ai quali fu rivolta la parola di Dio – e la Scrittura non può essere annullata –, a colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo voi dite: “Tu bestemmi”, perché ho detto: “Sono Figlio di Dio”? Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi; ma se le compio, anche se non credete a me, credete alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me, e io nel Padre». Allora cercarono nuovamente di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani.

Ritornò quindi nuovamente al di là del Giordano, nel luogo dove prima Giovanni battezzava, e qui rimase. Molti andarono da lui e dicevano: «Giovanni non ha compiuto nessun segno, ma tutto quello che Giovanni ha detto di costui era vero». E in quel luogo molti credettero in lui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...