Commento al Vangelo di Lunedì 18 Maggio 2020

“…e anche voi date testimonianza…”

Il Vangelo di oggi ci interroga subito: quanto (e quando) siamo testimoni di Cristo? La risposta sta in quanto ci lasciamo coinvolgere dall’azione dello Spirito e da quanto restiamo attaccati alla Vite, per usare l’immagine con cui si apre questo capitolo di Giovanni. Essere cristiani comporta anche la responsabilità di essere testimoni dell’Amore che ci ha amati per primo, ma non è certamente solo frutto del nostro impegno. È innanzitutto un dono che va chiesto. Solo così si può fare esperienza del Padre e non fare come quelli che scacciano il prossimo e lo “uccidono” a parole, credendo di farlo nel nome di Dio. Noi non possediamo la Verità, ma siamo chiamati ad esserne testimoni con l’amore, perché lo Spirito è innanzitutto Amore. 

#IndialogoconTe

Gv 15,26-16,4

Lo Spirito della verità darà testimonianza di me.

+ Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:

«Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà testimonianza di me; e anche voi date testimonianza, perché siete con me fin dal principio.

Vi ho detto queste cose perché non abbiate a scandalizzarvi. Vi scacceranno dalle sinagoghe; anzi, viene l’ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio. E faranno ciò, perché non hanno conosciuto né il Padre né me. Ma vi ho detto queste cose affinché, quando verrà la loro ora, ve ne ricordiate, perché io ve l’ho detto».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...