Commento al Vangelo di Lunedì 20 Luglio 2020

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. È la famosissima citazione di Gandhi e credo si sposi bene con il Vangelo di oggi. Scribi e farisei chiedono un segno, ma hanno il cuore indurito ed è questo il loro primo problema. Infatti non è sbagliato desiderare un segno, un cambiamento, una svolta, ma farlo stando con le mani in mano o, peggio, desiderando in fondo al cuore il contrario. Scribi e farisei avevano già intenzione di uccidere Gesù e probabilmente a loro nemmeno interessava un segno. Anzi, se Gesù avesse dato loro ciò che volevano, sarebbero stati capaci di utilizzarlo contro di Lui. Tutti desideriamo un cambiamento e tutto ciò che facciamo, persino il nostro venire al mondo, nasce da un desiderio. Senza quello non c’è vita. Cosa desideri tu? Mettiti in gioco, in cammino, ricordando che accanto a te c’è il segno più grande di tutti, Colui che è più grande della morte: Gesù Cristo. Lui non ti abbandona mai ma ha bisogno della tua libertà, della tua collaborazione per operare prodigi nella tua vita, del tuo desiderio di essere l’inizio di quel segno che cerchi.

#IndialogoconTe

Mt 12,38-42

La regina del Sud si alzerà contro questa generazione.

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, alcuni scribi e farisei dissero a Gesù: «Maestro, da te vogliamo vedere un segno».

Ed egli rispose loro: «Una generazione malvagia e adultera pretende un segno! Ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona il profeta. Come infatti Giona rimase tre giorni e tre notti nel ventre del pesce, così il Figlio dell’uomo resterà tre giorni e tre notti nel cuore della terra.

Nel giorno del giudizio, quelli di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona! Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro questa generazione e la condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone!».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...